Pasta biologica monovarietale

Trattasi di una innovazione di prodotto che si inserisce nel settore delle paste secche biologiche di produzione interamente italiana. In particolare, si tratta di una pasta monovarietale di frumento duro biologico coltivato in Capitanata. Il cuore dell’innovazione risiede nell’adozione di un disciplinare comune che determina ottimi standard produttivi e qualitativi e nel modello produttivo-organizzativo legato al territorio, in quanto tutto il grano prodotto proviene da una areale con condizioni climatiche omogenee. Questa innovazione ha consentito l’aggregazione di diversi produttori in una OP in grado di garantire uniformità di rese e di metodi produttivi ed elevato tenore proteico nella granella biologica e nella pasta prodotta con trafila in bronzo ed a bassa temperatura di essiccazione. Il prodotto soddisfa, rispetto ai prodotti tradizionali, la richiesta di qualità, maggior sicurezza delle materie prime, ridotto impatto ambientale.

La sostenibilità ambientale è dovuta ad un ridotto impiego di input esterni ed all’assenza di applicazioni di prodotti chimici di sintesi con il metodo di coltivazione biologico. La coltivazione in loco, inoltre determina un risparmio energetico ed una bassa impronta ecologica, evitando le lunghe distanze che spesso le materie prime devono percorrere per essere trasformate in prodotto finale e poi vendute.

Qualità e sicurezza alimentare sono dovute all’assenza di residui nel prodotto ed alla possibilità di una tracciabilità genetica e geografica legata all’utilizzo di un’unica varietà (Senatore Cappelli o Lesina) e di un unico ambiente di coltivazione. L’utilizzo di una varietà antica di frumento duro, tradizionalmente coltivata negli areali della Capitanata in passato ed in grado di dare un prodotto con elevato tenore proteico, garantisce una buona qualità tecnologica alla pasta commercializzata.

2

Destinatari dell’innovazione

I beneficiari finali saranno tutti gli attori della filiera cerealicolo- molitorio- pastaria biologica dalla produzione primaria alla trasformazione industriale ed alla fase di commercializzazione, della regione Puglia e di altri distretti a livello nazionale per lo sviluppo di un importante comparto agroalimentare.

I consumatori beneficeranno di un miglioramento dei sistemi di rintracciabilità e sicurezza alimentare di un prodotto della durogranicoltura biologica.

I cittadini beneficeranno della riduzione dell’impatto ambientale che deriverà dall’espansione delle superfici dedicate alla coltivazione biologica.

Impatto dell’Innovazione sul mercato

Il prodotto sviluppato si colloca  nel mercato tradizionale, nel settore riservato ai prodotti biologici. Ci sono ampi spazi di crescita per la pasta biologica in Europa e per quella made in Italy nei mercati meno maturi, come nei paesi del Centro-sud America e dell’Est europeo. L’impatto sul mercato è destinato a crescere valorizzando il metodo di produzione biologico non solo in termini di qualità e sicurezza alimentare, ma anche come ridotto impatto ambientale e preservazione della biodiversità.

Key words

  • Pasta biologica di  grano duro
  • varietà Senatore Cappelli
  • certificazione di filiera
  • Km 0
  • sostenibilità ambientale

PrivacyInformativa CookieCredits Edinet - Realizzazione Siti Internet