Pasta Smart

L’IDEA

Rispetto alle paste funzionali presenti sul mercato, la “Pasta Smart” rappresenta un prodotto originale e fortemente innovativo. Non si tratta di una pasta speciale dietetica (integrale o con aggiunta di composti bioattivi), ma è una pasta tradizionale con caratteristiche funzionali ottenuta senza modificare la sua formulazione. Un’innovazione del processo produttivo è  in grado di aumentare la quota di amido resistente già naturalmente presente nella pasta stessa.

La “Pasta Smart” è un prodotto già esistente, anche se non commercializzato, ottenuto dal pastificio TAMMA nell’ambito di un progetto di ricerca, ora in via di conclusione, condotto dal Dipartimento SAFE dell’Università di Foggia. Nello specifico si tratta di penne rigate (trafilate al bronzo).

L’innovazione di processo introdotta ha consentito di far aumentare nella pasta la quota di amido resistente fino a circa il doppio rispetto alla media delle altre paste TAMMA e fino a circa quattro volte rispetto alle paste a più basso contenuto.

In particolare, l’amido resistente rappresenta quella quota di amido che passa non digerita attraverso l’intestino del consumatore ed è, cioè, “resistente” alla digestione, ne consegue che una quota di carboidrati ingeriti (l’amido è un carboidrato) non viene assorbita a livello intestinale. Alla luce di quanto riportato, il termine “Pasta Smart” vuole richiamare il concetto di un minor apporto di carboidrati digeribili; questo, in qualche modo, equivale a dire che è come se si mangiasse meno pasta di quella che realmente si assume.

Nell’ambito del progetto di ricerca è stato evidenziato che l’amido resistente ha anche un effetto positivo sulla glicemia post-prandiale. In un esperimento condotto su sette diversi soggetti, un aumento di amido resistente pari a 2.3 volte è risultato associato ad un minor impatto glicemico con un calo del 13% statisticamente significativo del valore di glicemia a 30 min dal pasto. Questo risultato è in linea con quanto atteso perché l’aumento di amido resistente comporta contestualmente una diminuzione di amido rapidamente digeribile e/o di amido lentamente digeribile. Attualmente è in corso una valutazione dell’indice glicemico della Pasta Smart in confronto con una pasta funzionale addizionata con fibre. E’ anche noto, inoltre, che l’amido resistente ha un effetto positivo sul funzionamento del colon.

DESTINATARI DELL’INNOVAZIONE

La “Pasta Smart” può essere considerata una pasta tradizionale, ma, al contempo, anche una pasta funzionale ottenuta agendo esclusivamente sul processo di produzione senza utilizzare ingredienti aggiuntivi. La Pasta Smart, quindi, rispetto ai prodotti tradizionali, soddisfa sia la domanda di alimenti salutistici sia l’esigenza di preservare le tradizionali caratteristiche organolettiche. Ne consegue che il mercato di riferimento potenziale comprende l’intera platea dei consumatori attirati dalla possibilità di mangiare una pasta indistinguibile da una pasta tradizionale, ma che, in più, è anche “Light”.

IMPATTO DELL’INNOVAZIONE SUL MERCATO

La doppia natura della “Pasta Smart” tradizionale e funzionale allo stesso tempo, rappresenta un valore aggiunto, che consente di prevedere un impatto sia sul mercato già maturo delle paste tradizionali, sia sul mercato delle paste funzionali. Quest’ultimo è particolarmente interessante perché può essere considerato in crescita nei paesi del blocco occidentale ed in fase embrionale nel resto del mondo. In Italia la “Pasta Smart” potrebbe avere un’azione positiva sul mercato delle paste funzionali avvicinando una nuova platea di consumatori, attualmente non interessati a quelle paste salutistiche che siano molto diverse dalle paste tradizionali, quali ad esempio le paste speciali funzionali addizionate con fibre, antiossidanti, vitamine ecc.

RIFERIMENTO AI VALORI DELLA CARTA DI MILANO

cartadimilano

In quanto imprese, noi ci impegniamo a produrre e commercializzare alimenti sani e sicuri, informando i consumatori su contenuti nutrizionali, impatti ambientali e implicazioni sociali del prodotto.

KEY WORDS

  • Pasta di grano duro
  • Pasta Smart
  • minor densità energetica
  • minor impatto glicemico.

PrivacyInformativa CookieCredits Edinet - Realizzazione Siti Internet