Paste filate funzionali da latte ovino

L’IDEA

L’innovazione e l’originalità consiste nella possibilità di trasformare latte ovino in pasta filata e di incorporarvi batteri probiotici. SI riconosce, quindi, quindi, un’innovazione di processo attraverso l’introduzione di probiotici ma anche un’innovazione di prodotto ampliando l’utilizzo del latte ovino generalmente utilizzato nell’area esclusivamente per formaggi a pasta dura. Il latte ovino costituisce un’importante materia prima nei Paesi del Mediterraneo in quanto destinato alla trasformazione casearia. L’esigenza di apportare innovazione nelle produzioni ovine si accompagna alla necessità di preservare la biodiversità genetica della razza ovina Gentile di Puglia e di definire protocolli di lavorazione del latte tesi a caratterizzare le produzioni tipiche e tradizionali.

35

DESTINATARI DELL’INNOVAZIONE

Aziende operanti nel settore lattiero-caseario di piccole e medie dimensioni che puntano a differenziare i formaggi prodotti da latte ovino.

Consumatori curiosi di assaporare nuovi formaggi prodotti che sappiano rispettare la biodiversità locale

IMPATTO DELL’INNOVAZIONE SUL MERCATO

L’innovazione di processo e di prodotto consentono l’ampliamento del paniere dei formaggi freschi ottenuti da latte ovino e la riduzione dei tempi e dei costi di magazzinaggio. Inoltre permettono, la tutela e la conservazione della razza Gentile.

RIFERIMENTO AI VALORI DELLA CARTA DI MILANO

cartadimilano

In quanto membri della società civile, noi ci impegniamo a valorizzare i piccoli produttori locali come protagonisti di una forma avanzata di sviluppo e promuovere le relazioni dirette tra produttori, consumatori e territori di origine.

In quanto imprese noi ci impegniamo a promuovere la diversificazione delle produzioni agricole e di allevamento al fine di preservare la biodiversità e il benessere degli animali.

KEY WORDS

  • Latte ovino
  • pasta filata
  • probiotici
  • Gentile di Puglia

PrivacyInformativa CookieCredits Edinet - Realizzazione Siti Internet